GeeXboX

GeeXboX è un leggero Distribuzione Linux LiveCD obiettivi installabili per trasformare il computer in Media Center . Si basa su Debian (in particolare nel instabile ) e funziona su qualsiasi computer x86 o PowerPC , non implica alcun requisito software . Può essere utilizzato su computer con nessun disco rigido come il sistema intero è caricato in memoria . E ‘anche possibile per installare sia su un disco locale o un dispositivo di memorizzazione USB .

Ufficiosamente si è anche un porto di questa distribuzione supporta console Wii , essendo uno dei primi lettori multimediali homebrew che ha permesso la riproduzione di contenuti da dispositivi di archiviazione USB su questa console.

Caratteristiche

Nonostante le piccole dimensioni della immagine ISO (meno di 10 MB ), la distribuzione è un rilevamento completo e automatico del hardware , non richiedendo essere aggiunto alcun controllore . Essa svolge quasi tutti i formati audio / video, che permette di caricare da diversi media: CD / DVD , HDD , LAN o Internet . È anche possibile vedere i canali televisivi tramite un telaio grabber.

GeeXboX ha anche uno strumento completo che consente agli sviluppatori di aggiungere facilmente funzioni (nuovi linguaggi e codec, per esempio) e pacchetti aggiuntivi, che non sono stati incluso di default in modo che la distro per funzionare su macchine con poca potenza.

Il sistema di controllo supporta infrarossi . Un elenco di compatibilità di questi dispositivi con Linux può essere visto sul sito di LIRC . In sostanza, qualsiasi formato in grado di riprodurre MPlayer , qualsiasi scheda audio compatibile con ALSA e qualsiasi altro dispositivo che è compatibile con il kernel di Linux , il lavoro sul GeeXboX.

Future

Il team di sviluppo sta lavorando per fornire il supporto di distribuzione per HDTV (già disponibile in versioni beta).

Si sta svolgendo un rimodellamento nell’interfaccia, che darà una distribuzione più lucido (grazie aa incorpora Multimedia Center aspetto Freevo ), ma sarà non essere disponibile fino alla versione 2.0 ed è possibile che richiede più memoria lavoro, anche se non v’è alcun dato preciso.